Social Media Policy

Social Media Policy

La Social Media Policy è un documento fondamentale per la gestione e l’utilizzo in maniera corretta, efficace e coordinata di tutti i canali di comunicazione digitali riconducibili al Settore Biblioteche e Welfare Culturale.

Perché una Social Media Policy?

La Social Media Policy del Settore Biblioteche e Welfare Culturale è ispirata alla Carta dei valori e dei comportamenti organizzativi del Comune di Bologna e alla Carta dei servizi di Bologna Biblioteche: in coerenza con questi documenti, la nostra Social Media Policy si ispira ai principi di uguaglianza e imparzialità, continuità, partecipazione, cortesia, efficacia ed efficienza, chiarezza dei messaggi.

A cosa serve la Social Media Policy?

La Social Media Policy del Settore Biblioteche e Welfare Culturale serve a regolamentare due tipi di attività:

  1. il comportamento dei bibliotecari e delle bibliotecarie che si occupano della gestione dei siti e dei canali sui social network riconducibili alle biblioteche comunali e li informa su quelle che sono le loro responsabilità nei confronti del Comune e dei cittadini e delle cittadine;
  2. i comportamenti degli utenti e delle utenti all’interno dei canali digitali gestiti dalle biblioteche comunali, indicando come comportarsi in ambiente digitale in modo da avere sempre un atteggiamento rispettoso nei confronti di tutte e tutti.
documento inserito il 14 set 2021 — ultimo aggiornamento il 23 mag 2022
In copertina:

Foto di Rami Al-zayat su Unsplash

Dove non diversamente segnalato, i contenuti si intendono liberamente utilizzabili purché se ne citi esplicitamente la fonte e siano a loro volta condivisi. Licenza Creative Commons Attribuzione - condividi allo stesso modo (CC BY-SA 4.0).