Vélo – L’Italia al Tour de France

@ Biblioteca Salaborsa | Piazza coperta
dal 9 al 21 luglio 2024
copertina di Vélo – L’Italia al Tour de France

La mostra realizzata in occasione del Tour de France 2024

Il 29 giugno, con la tappa Firenze-Rimini, la centoventunesima edizione del Tour de France è partita per la prima volta dall’Italia per concludersi il 21 luglio con l’arrivo a Nizza. In occasione della prestigiosa corsa ciclistica è stata organizzata una mostra in biblioteca che raccoglie le cartoline, i quotidiani d’epoca, le fotografie, le illustrazioni di Leonardo Santoli, le poesie di Ezio Alessio Gensini e i bozzetti della graphic novel di Matteo Matteucci per raccontare gli italiani vincitori de La Grand Boucle (l’altro nome con cui è conosciuto il tour).

Le tele dipinte dall’artista Leonardo Santoli e le poesie di Ezio Alessio Gensini conducono alla scoperta dei volti e delle storie dei grandi campioni che, nel corso del Novecento, hanno affrontato con coraggio la gara più avventurosa, affascinante e appassionante della storia del ciclismo. Da Maurice-Francois Garin a Ottavio Bottecchia, da Learco Guerra e Fausto Coppi a Gino Bartali, da Gastone Nencini a Felice Gimondi, da Francesco Moser a Marco Pantani, da Vincenzo Nibali fino ai campioni dei giorni d’oggi, ecco gli atleti che abitano la mostra custodi di un meraviglioso mondo passato in connessione con l’evolversi della gara. Anche le donne sono protagoniste della storia ciclistica, che viene raccontata partendo da Alfonsina Strada, prima donna a partecipare al Giro d’Italia nel 1924, per arrivare a Vittoria Bussi che nel 2023 ha battuto il record dell’ora femminile ad Aguascalientes. La bicicletta è stata fondamentale anche per il periodo storico della Resistenza con Gino Bartali e le staffette partigiane che, con coraggio, portavano messaggi, documenti e medicinali per salvare vite e condurci alla Liberazione dal Nazifascismo: lo racconta Matteo Matteucci con Bartali dalla giusta parte di cui si possono ammirare alcuni bozzetti.

La mostra, organizzata da AICS Bologna e dal Centro Informazione e Documentazione AICS (CID), è visitabile dal 9 al 20 luglio in Piazza coperta negli orari di apertura della biblioteca. Ingresso libero.

Inaugurazione martedì 9 luglio alle 18.

Introducono Niccolò Perrone, Presidente AICS Bologna, e Massimiliano Canè, CID AICS.

Saluti istituzionali di Roberta Li Calzi, Assessora allo sport e al bilancio del Comune di Bologna.

Ospite Giovanni Battista Nencini, figlio del Campione Gastone Nencini.

Modera Giuliano Musi, giornalista e scrittore, con la presenza dell'ideatore Mauro Ottavi. Seguirà una speciale visita guidata della mostra con la curatrice Monica Soprani, la coordinatrice Beatrice Corbetti con la presenza degli artisti e delle artiste coinvolti.