Schiavitù e tratta: vite spezzate tra Africa e Americhe

Dove
Palazzo D'Accursio - Sala d'Ercole , Piazza Maggiore 6, Bologna
Schiavitù e tratta: vite spezzate tra Africa e Americhe

Mostra organizzata dal Settore Biblioteche del Comune di Bologna e dalla Biblioteca Amilcar Cabral. Con la partecipazione della Maison des Esclaves di Gorée (Senegal).

Una mostra di approfondimento storico sulla tratta atlantica degli schiavi verso il Nuovo Mondo tra i secoli XVI e XIX.
Un percorso espositivo dedicato al viaggio degli schiavi dall’interno dell’Africa alle Americhe per il lavoro nelle piantagioni, alle motivazioni economiche che hanno dato vita a questo gigantesco commercio di esseri umani e al legame tra razza e schiavitù.
Quella dello schiavismo è stata una vicenda tra le più importanti e tragiche della storia: milioni di prigionieri africani, uomini, donne e bambini, razziati e costretti a raggiungere le coste dell’Africa, stivati nelle navi in condizioni al limite della sopravvivenza, sbarcati in un continente sconosciuto e forzati con violenza al lavoro. 
Per secoli la tratta degli schiavi è stata alla base dei rapporti fra Europa e Africa e questo sistema è stato determinante per lo sviluppo delle ideologie razziali e del mondo così come noi lo conosciamo.
Verrà data voce ai protagonisti di questa vicenda storica: le schiave, gli schiavi, i mercanti di esseri umani, i capitani delle navi schiaviste, gli abolizionisti, attraverso le loro autobiografie e testimonianze.
Sarà analizzato infine il modo in cui i libri di testo delle scuole italiane hanno affrontato in passato e affrontano il tema dello schiavismo e della tratta.

Orari al pubblico

  • martedì, mercoledì, giovedì, sabato 12-18.30
  • venerdì 14-18.30
  • ingresso gratuito

VISITE DIDATTICHE per le scuole 

  • durata: h.1.30
  • destinatari: scuole secondarie di I e II grado
  • costo della visita guidata: € 60 a eccezione delle scuole di Bologna e dell'area della città metropolitana, che potranno usufruire della gratuità.

Per l’anno scolastico 2021/2022, l’Istituzione Bologna Musei offre gratuitamente una quota di attività didattiche alle scuole del Comune di Bologna e dell’Area Metropolitana che presentino un progetto di didattica legata alla valorizzazione delle collezioni dei singoli musei e che utilizzi il patrimonio culturale come mezzo di integrazione e inclusione sociale. 

Il modulo per la gratuità è scaricabile da questa pagina.

Per informazioni

Per prenotazioni

bibliografia

Suggerimenti di lettura sul tema dal Catalogo del Polo Bolognese e qualche risorsa elettronica. A cura della Biblioteca Cabral. Schiavi, schiavitù, tratta degli schiaviSaggi, testimonianze, romanzi, graphic novel, risorse online. 

GRUPPI DI LETTURA, PERCORSO BIBLIOGRAFICO, INCONTRI E PRESENTAZIONI

Gruppo di lettura in presenza 'Schiavitù e tratta tra Africa e Americhe'

La Biblioteca Cabral nell'ambito del Patto per la lettura propone di cominciare a riflettere sulla tratta degli schiavi e la schiavitù attraverso la lettura, in un gruppo di lettura che leggerà alcuni bellissimi libri su questo tema nei primi mesi del 2022.
Il gruppo è coordinato da Maria Cristina Ercolessi (Università degli Studi di Napoli L'Orientale).
La partecipazione è libera, gratuita e aperta a tutti.

Percorso bibliografico

Dal 3 marzo al 28 maggio 2022 presso il portico vetrato del Centro Amilcar Cabral (via San Mamolo, 24).
Leggere la schiavitù. Un percorso bibliografico nella Biblioteca Cabral. Saggi, romanzi, autobiografie da consultare, sfogliare, prendere in prestito.
La mostra di libri sarà accessibile negli orari di apertura della Biblioteca.

Incontri e presentazioni

Presentazioni ed eventi per approfondire i temi della mostra.

Hamelin - LXL. Leggere per leggere Bologna

Una proposta di approfondimento critico e bibliografico destinato alle scuole secondarie di I e II grado, nell’ambito della mostra storica.

evento inserito il 5 apr 2022 — ultimo aggiornamento il 26 apr 2022
Dove non diversamente segnalato, i contenuti si intendono liberamente utilizzabili purché se ne citi esplicitamente la fonte e siano a loro volta condivisi. Licenza Creative Commons Attribuzione - condividi allo stesso modo (CC BY-SA 4.0).