Quattrocchi

copertina di Quattrocchi

Il progetto Quattrocchi del duo artistico Orecchie d'Asino nasce nel 2020.

Quest'anno, grazie al supporto di Leila Bologna | La biblioteca degli oggetti e la collaborazione con il Comune di Bologna, il progetto sarà riambientato in Salaborsa a partire dal 19 novembre, ogni giovedì, venerdì e sabato dalle 16.00 alle 18.00.

Quattrocchi è un esperimento collettivo che riutilizza gli oggetti per produrre un gioco di scambio: utilizzando la condivisione e l'incontro, si dirama tra i luoghi e gli abitanti della città come un gioco di società basato sull'impatto delle nuove tecnologie, la fragilità dei legami, il consumo e la diminuzione della longevità degli oggetti.

Il progetto si sviluppa in tre fasi principali:

  1. Raccolta: dal 19 novembre al 4 dicembre i partecipanti potranno portare i loro oggetti a un desk in Piazza Coperta e gli oggetti saranno riposti in scatole che imitano i pacchi da spedizione.
  2. Distribuzione: dal 9 al 18 dicembre le scatole contenenti gli oggetti verranno poste in Salaborsa, in Esedra. In questa fase le artiste, vestite da magazziniere, distribuiranno, in maniera casuale le scatole ai visitatori che vorranno partecipare.
  3. Incontro: i partecipanti della Fase 1 incontreranno i partecipanti della Fase 2 nelle fermate degli autobus a Bologna, un appuntamento al buio in cui l'unica informazione e immagine riguardo l'identità della persona da incontrare sarà l'oggetto.

 

La partecipazione è libera, non occorre la prenotazione.

Per l'accesso è necessario il green pass.

Approfondimenti


Contenuto inserito il 17 nov 2021 — Ultimo aggiornamento il 23 mar 2022
Dove non diversamente segnalato, i contenuti si intendono liberamente utilizzabili purché se ne citi esplicitamente la fonte e siano a loro volta condivisi. Licenza Creative Commons Attribuzione - condividi allo stesso modo (CC BY-SA 4.0).