Istituzione Biblioteche di Bologna

Eventi / Solosettefoto: I Colori nelle Crio di Nanni Menetti

Mostre

Solosettefoto: I Colori nelle Crio di Nanni Menetti

Mostra fotografica Inaugurazione 2 maggio 2017 ore 18.00

I Colori nelle Crio di Nanni Menetti

Ciò che mi ha sempre colpito nelle mostre di Nanni, di Nanni Menetti, oltre la curiosità che le singole opere stimolano con i loro arabeschi e intrecci, con le loro  figure sempre nuove accennate e immaginate create dal gelo e dalla natura, è la visione d'insieme. È l'atmosfera di gioia e di bellezza che avvolge tutto l'ambiente e le sale d'esposizione. I colori nelle Crio rimandano a significati profondi legati alla natura o al vissuto dell'artista, come l'amaranto dei “geloni” o il giallo e il nero, nella serie  “Nei giorni della merla”, per non dire del bianco, del candido bianco  di un paese innevato.

a cura di Renzo Principe

Nanni Menetti è un artista emiliano, da più di cinquant'anni attivo nel campo della poesia e delle arti visive.
Premio Nazionale Lorenzo Montano (poesia) nel 1995 e premio Internazionale Guglielmo Marconi (arti visive) nel 2000. [..]
Perno centrale del suo lavoro è l'attenzione alla scrittura sia umana (chirografie)  che naturale (criografie).[…]
Ha esposto in mostre personali e collettive in diversi luoghi, tra i quali: Mantova (Casa del Mantegna); Università di Bologna; Università di Palermo; U.S.A. (Marshal University, Minnesota);  Canada (Toronto, J.D. Carrier, Art Gallery Columbus); Slovenia (Kranj);  U.S.A. (New York – Osilas Gallery – Concordia College); Roma, Accademia di Romania; Bologna Accademia di Belle Arti; Bologna Palazzo dell’Archiginasio, Cubiculum Artistarum.

Col nome di Luciano Nanni ha insegnato Estetica e Semiotica dell’arte all’Università di Bologna.

Tra i suoi libri da ricordare

Per una nuova semiologia dell'arte, Garzanti (1980)

Contra Dogmaticos, Cappelli Editore (1987)

Tesi di estetica – in risposta a Umberto Eco, Book Editore (1991)

Della poetica – come vive e nasce un'opera d'arte, Book Editore (1999)

Il silenzio di Ermes, Meltemi (2002)

Communication: The Power of Location, Peter Lang, New York (2000)

Con il nome di Nanni Menetti:

L'artista non ha mai avuto mani, Campanotto Editore (2012)

Mostra visitabile negli orari della Biblioteca

Ciò che mi ha sempre colpito nelle mostre di Nanni, di Nanni Menetti, oltre la curiosità che le singole opere stimolano con i loro arabeschi e intrecci, con le loro figure sempre nuove accennate e immaginate create dal gelo e dalla natura, è la visione d'insieme. È l'atmosfera di gioia e di bellezza che avvolge tutto l'ambiente e le sale d'esposizione. I colori nelle Crio rimandano a significati profondi legati alla natura o al vissuto dell'artista, come l'amaranto dei “geloni” o il giallo e il nero, nella serie “Nei giorni della merla”, per non dire del bianco, del candido bianco di un paese innevato.

 

A cura di Renzo Principe

 

Nanni Menetti è un artista emiliano, da più di cinquant'anni attivo nel campo della poesia e delle arti visive.

Premio Nazionale Lorenzo Montano (poesia) nel 1995 e premio Internazionale Guglielmo Marconi (arti visive) nel 2000. [..]

 

Perno centrale del suo lavoro è l'attenzione alla scrittura sia umana (chirografie) che naturale (criografie).[…]

 

Ha esposto in mostre personali e collettive in diversi luoghi, tra i quali: Mantova (Casa del Mantegna); Università di Bologna; Università di Palermo; U.S.A. (Marshal University, Minnesota); Canada (Toronto, J.D. Carrier, Art Gallery Columbus); Slovenia (Kranj); U.S.A. (New York – Osilas Gallery – Concordia College); Roma, Accademia di Romania; Bologna Accademia di Belle Arti; Bologna Palazzo dell’Archiginasio, Cubiculum Artistarum.

 

Col nome di Luciano Nanni ha insegnato Estetica e Semiotica dell’arte all’Università di Bologna.

 

Tra i suoi libri da ricordare

 

Per una nuova semiologia dell'arte, Garzanti (1980), Contra Dogmaticos, Cappelli Editore, 1987;

Tesi di estetica – in risposta a Umberto Eco, Book Editore (1991), Della poetica – come vive e nasce un'opera d'arte, Book Editore (1999), Il silenzio di Ermes, Meltemi (2002); Communication: The Power of Location, Peter Lang, New York (2000) e, con il nome di Nanni Menetti, L'artista non ha mai avuto mani, Campanotto Editore, 2012.

 

Estratto dal catalogo Serendipity : criografie: tempere lavorate dalla mano e dal gelo,

Nanni Menetti ( Ferrara Galleria “del Carbone “ dal 25 Febbraio al 12 Marzo 2017)

 

Quando

Dal 2 al 30 Maggio 2017
inaugurazione mostra alle ore 18.00 del 2 maggio 2017
Mostra visitabile negli orari della Biblioteca

Informazioni

Biblioteca Roberto Ruffilli

Tel. 051 - 2197122



ingresso libero
Rassegna

Solosettefoto

Dove

Ingrandisci mappa

Biblioteche | Biblioteca multimediale Roberto Ruffilli

Vicolo Bolognetti, 2
40125 Bologna

bus 27, 14, 25, 19
prima fermata di via San Vitale

Documenti