Istituzione Biblioteche di Bologna

Chiedilo al bibliotecario / Come funziona

Chiedilo al bibliotecario è un servizio cooperativo svolto da diverse biblioteche di Bologna: Biblioteca Amilcar Cabral, Biblioteca dell'Archiginnasio, Biblioteca dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, Centro di Documentazione Arcigay "Il Cassero", Biblioteca della Cineteca, Biblioteca dell'Istituto Gramsci Emilia-Romagna, Biblioteca del MAMbo e Biblioteca Sala Borsa.

Forniamo via email la migliore risposta possibile alle domande poste, sulla base delle risorse disponibili nelle biblioteche e sulla rete.
Potete inviare le richieste 24 ore su 24 per 7 giorni alla settimana. La risposta sarà inviata entro 3 giorni lavorativi.

L'accesso al servizio è garantito a tutti e potete rivolgerci ogni tipo di domanda. Ad esempio, potete richiedere brevi bibliografie a tema, notizie su fatti e avvenimenti, suggerimenti sull'uso dei cataloghi, informazioni sulle raccolte e i servizi delle biblioteche e indicazioni sulla legislazione.

Il servizio non garantisce invece risposte su quesiti riguardanti patologie o terapie mediche, soluzioni a problemi legali, ricerche araldiche e genealogiche e bibliografie esaustive; inoltre non fornisce suggerimenti di tipo commerciale.

Per domande riguardanti gli studi universitari, la compilazione di tesi di laurea o che comportino l'uso di strumenti bibliografici specialistici, è disponibile un analogo servizio fornito dall'Università degli studi di Bologna.

Potete accedere a Chiedilo al bibliotecario da tutti i siti delle biblioteche aderenti. Dato che il servizio è cooperativo, la risposta sarà inviata dalla biblioteca dotata degli strumenti più adatti a rispondere velocemente e correttamente.

La biblioteca più indicata è la Biblioteca Amilcar Cabral se le vostre domande riguardano la storia, la politica, la società, l'economia, la cultura, la letteratura e le religioni dei paesi dell'Asia, dell'Africa e dell'America latina, la cooperazione internazionale, l'immigrazione straniera in Italia e la letteratura di viaggio.

La biblioteca più indicata è Archiginnasio se le vostre domande riguardano le edizioni antiche, la storia della stampa e del libro, le discipline storiche, filosofiche, politiche, letterarie, artistiche, biografiche e bibliografiche e soprattutto la storia e la cultura di Bologna.

La biblioteca più indicata è la Biblioteca dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna se le vostre domande riguardano leggi e atti amministrativi della Regione Emilia-Romagna, gli aspetti giuridici, sociali, politici ed economici delle materie di competenza regionale, le statistiche regionali, i documentari sull'Emilia-Romagna, la normativa delle altre regioni italiane, l'attività legislativa dello stato italiano e dell'Unione europea.

La biblioteca più indicata è il Centro di Documentazione Arcigay "Il Cassero" se le vostre domande riguardano sessualità, omosessualità, transessualità, identità di genere, storia del movimento LGBT in Italia e nel mondo, diritti e libertà civili delle persone omosessuali e transessuali.

La biblioteca più indicata è la Cineteca se le vostre domande riguardano lo studio del cinema e della fotografia.

La biblioteca più indicata è l'Istituto Gramsci Emilia-Romagna se le vostre domande riguardano la storia dell'Italia e dell'Europa contemporanee, i movimenti sociali della sinistra italiana ed europea e la storia di Bologna e dell'Emilia-Romagna in età contemporanea.

La biblioteca più indicata è quella del MAMbo se le vostre domande riguardano artisti e movimenti d'arte contemporanea del XX e XXI secolo, cataloghi di mostre monografiche e collettive nazionali e internazionali, mostre presentate al MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, libri d'arte per bambini e ragazzi.

La biblioteca più indicata è Sala Borsa se le vostre domande riguardano la cultura contemporanea in tutti i suoi aspetti o se cercate narrativa, film, video e musica.

Trattamento dati

Con riferimento ai dati trattati, il Comune di Bologna informa che:
il trattamento dei dati personali è finalizzato all'esecuzione di compiti di interesse pubblico o comunque connessi all’esercizio dei poteri pubblici, di competenza del Comune in base a norme di leggi, Statuto e regolamenti comunali;
il trattamento dei dati particolari è effettuato in base a norme di legge, Statuto e regolamenti per motivi di interesse pubblico rilevante;
il trattamento è effettuato con strumenti telematici e/o manuali;
il conferimento dei dati è facoltativo, ma necessario per il corretto svolgimento dell'istruttoria e degli adempimenti procedimentali o per l’erogazione del servizio;
il mancato conferimento di alcuni o di tutti i dati richiesti può comportare l'interruzione del procedimento o del servizio; 

in relazione al procedimento e alle attività correlate, il Comune può comunicare i dati acquisiti ad altri Enti pubblici o privati competenti, nei casi previsti da norme di legge, Statuto, regolamenti comunali; 

i dati saranno trattati dal Direttore della struttura organizzativa, suoi collaboratori incaricati, previo idonee istruzioni o imprese espressamente nominate come responsabili del trattamento; tali soggetti assicurano livelli di esperienza, capacità e affidabilità tali da garantire il rispetto delle vigenti disposizioni in materia di trattamento, compresa la sicurezza dei dati;
i dati saranno conservati per un periodo non superiore a quello previsto dalla base normativa che legittima il trattamento e in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa; a tal fine, anche mediante controlli periodici, viene verificata la stretta pertinenza, non eccedenza e indispensabilità dei dati trattati;
i dati trattati sono soggetti alla normativa sul diritto di accesso, con le modalità e i limiti di cui alle leggi vigenti.

Diritti dell'Interessato

Gli interessati hanno diritto di chiedere al Comune di Bologna l’accesso ai dati personali, la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (art. 15 ss. Regolamento UE 2016/679). L’istanza è presentata contattando il Titolare (Comune di Bologna con sede in Piazza Maggiore, 6 - 40121 Bologna protocollogenerale@pec.comune.bologna.it).
Hanno altresì, ricorrendone i presupposti, diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali, quale autorità di controllo e diritto di ricorso all’autorità giudiziaria.