Notizie / La scomparsa di Ruggero Ruggeri

Salutare per l'ultima volta qualcuno che non c'è più è difficile. Ma quando questa persona è Ruggero Ruggeri, allora si tratta di qualcosa di quasi impossibile.

Ruggero era da tanti anni il responsabile del settore Progetti informatici dell'Istituzione biblioteche del Comune di Bologna. Di lui, chiunque lo abbia conosciuto, ha apprezzato non solo le competenze e le qualità professionali, ma soprattutto quelle umane: il suo carattere allegro in ogni occasione, il suo atteggiamento sempre positivo e costruttivo, la sua generosa disponibilità ad aiutare tutti i colleghi, nessuno escluso, con un consiglio, un aiuto pratico, o anche solo con una parola di incoraggiamento e un semplice sorriso.

Ruggero era un bibliotecario vero, sempre proteso a cercare le soluzioni più adatte alle esigenze di tutti e a rendere migliori i servizi offerti dalle nostre biblioteche. Ruggero, con la sua passione, era capace non solo di rendere migliori le biblioteche nelle quali lavorava ma anche i bibliotecari che lavoravano con lui.

Anche se non sarà facile, cercheremo insieme di portare avanti quei progetti che Ruggero ha ideato, ispirato e diretto in tutti questi anni. Certo, senza di lui sarà tutto più difficile, non avremo più quel punto di riferimento che Ruggero costituiva, soprattutto nei momenti nei quali nascevano quei problemi che solo lui era in grado di risolvere.

Noi tutti, i suoi colleghi e le sue colleghe della Biblioteca dell'Archiginnasio, insieme all'Assessore alla Cultura Matteo Lepore, al direttore Osvaldo Panaro, al presidente dell'Istituzione Daniele Donati, ai consiglieri Carlo Ginzburg e Anna Maria Lorusso, e alle tante persone dell'Istituzione Biblioteche e del Comune che lo hanno conosciuto, esprimiamo sincera vicinanza e partecipazione al lutto di sua moglie Francesca e dei familiari, porgendo loro le più sentite condoglianze.

Ruggero, ci mancherai molto!

Salutare per l'ultima volta qualcuno che non c'è più è difficile. Ma quando questa persona è Ruggero Ruggeri, allora si tratta di qualcosa di quasi impossibile.
Ruggero era da tanti anni il responsabile del settore Progetti informatici dell'Istituzione biblioteche del Comune di Bologna. Di lui, chiunque lo abbia conosciuto, ha apprezzato non solo le competenze e le qualità professionali, ma soprattutto quelle umane: il suo carattere allegro in ogni occasione, il suo atteggiamento sempre positivo e costruttivo, la sua generosa disponibilità ad aiutare tutti i colleghi, nessuno escluso, con un consiglio, un aiuto pratico, o anche solo con una parola di incoraggiamento e un semplice sorriso.
Ruggero era un bibliotecario vero, sempre proteso a cercare le soluzioni più adatte alle esigenze di tutti e a rendere migliori i servizi offerti dalle nostre biblioteche. Ruggero, con la sua passione, era capace non solo di rendere migliori le biblioteche nelle quali lavorava ma anche i bibliotecari che lavoravano con lui.
Anche se non sarà facile, cercheremo insieme di portare avanti quei progetti che Ruggero ha ideato, ispirato e diretto in tutti questi anni. Certo, senza di lui sarà tutto più difficile, non avremo più quel punto di riferimento che Ruggero costituiva, soprattutto nei momenti nei quali nascevano quei problemi che solo lui era in grado di risolvere.
Noi tutti, i suoi colleghi e le sue colleghe della Biblioteca dell'Archiginnasio, insieme all'Assessore alla Cultura Matteo Lepore, al direttore Osvaldo Panaro, al presidente dell'Istituzione Daniele Donati, ai consiglieri Carlo Ginzburg e Anna Maria Lorusso, e alle tante persone dell'Istituzione Biblioteche e del Comune che lo hanno conosciuto, esprimiamo sincera vicinanza e partecipazione al lutto di sua moglie Francesca e dei familiari, porgendo loro le più sentite condoglianze.
Ruggero, ci mancherai molto!