Istituzione Biblioteche di Bologna

Biblioteca Corticella / Gruppo di lettura Koala

 

 

La biblioteca Corticella e la biblioteca Casa di Khaoula hanno costituito il Gruppo di lettura Il Koala

Cos'è? Ecco in sintesi l'idea e lo spirito dell'iniziativa:

I partecipanti leggono da soli lo stesso libro e successivamente si incontrano per discuterne.

Perché partecipare ad un Gruppo di lettura?

Per condividere il piacere della lettura e scoprire modi diversi di leggere, conoscere nuovi autori e nuove persone.

Per chi è?

Per chi ama i libri e desidera parlarne con altri.

Che cosa legge il Gruppo?

Di volta in volta quello che i partecipanti o la Biblioteca propongono e scelgono.

Quando e dove ci si trova?

Una volta al mese, di norma il primo lunedì di ogni mese in biblioteca alternativamente a Corticella, via Gorki 14, e Casa di Khaoula, Via Corticella 104.

Per informazioni e segnalare il proprio interesse all'iniziativa potete rivolgervi alle due biblioteche ai seguenti contatti:

Biblioteca Corticella 051/700972
Biblioteca Casa di Khaoula 051/6312721

Il prossimo appuntamento sarà lunedì 17 dicembre alle ore 17.15 presso la biblioteca Corticella per parlare del libro"Come cavalli che dormono in piedi" Feltrinelli, 2014 di Paolo Rumiz

Nell'agosto del 1914, più di centomila trentini e giuliani vanno a combattere per l'Impero austroungarico, di cui sono ancora sudditi. Muovono verso il fronte russo quando ancora ci si illude che "prima che le foglie cadano" il conflitto sarà finito. Invece non finisce. E quando come un'epidemia si propaga in tutta Europa, il fronte orientale scivola nell'oblio, schiacciato dall'epopea di Verdun e del Piave. Ma soprattutto sembra essere cassato, censurato dal presente e dal centenario della guerra mondiale, come se a quel fronte e a quei soldati fosse negato lo spessore monumentale della memoria.

Paolo Rumiz comincia da lì, da quella rimozione e da un nonno in montura austroungarica. E da lì continua in forma di viaggio verso la Galizia, la terra di Bruno Schulz e Joseph Roth, mitica frontiera dell'Impero austroungarico, oggi compresa fra Polonia e Ucraina. Alla celebrazione Rumiz contrappone l'evocazione di quelle figure ancestrali, in un'omerica discesa nell'Ade, con un rito che consuma libagioni e accende di piccole luci prati e foreste, e attende risposta e respira pietà - la compassione che lega finalmente in una sola voce il silenzio di Redipuglia ai bisbigli dei cimiteri galiziani coperti di mirtilli.

In questi anni abbiamo letto: Christa Wolf, Elizabeth Strout, Magda Szabò, Josè Saramago, Marcello Fois, Fulvio Ervas e tanti altri autori

Per avere informazioni sugli altri gruppi:
https://festivallettori.wordpress.com

 

 

Documenti