Istituzione Biblioteche di Bologna

Biblioteca Corticella / Gruppo di lettura Koala

 

 

La biblioteca Corticella e la biblioteca Casa di Khaoula hanno costituito il Gruppo di lettura Il Koala

Cos'è? Ecco in sintesi l'idea e lo spirito dell'iniziativa:

I partecipanti leggono da soli lo stesso libro e successivamente si incontrano per discuterne.

Perché partecipare ad un Gruppo di lettura?

Per condividere il piacere della lettura e scoprire modi diversi di leggere, conoscere nuovi autori e nuove persone.

Per chi è?

Per chi ama i libri e desidera parlarne con altri.

Che cosa legge il Gruppo?

Di volta in volta quello che i partecipanti o la Biblioteca propongono e scelgono.

Quando e dove ci si trova?

Una volta al mese, di norma il primo lunedì di ogni mese in biblioteca alternativamente a Corticella, via Gorki 14, e Casa di Khaoula, Via Corticella 104.

Per informazioni e segnalare il proprio interesse all'iniziativa potete rivolgervi alle due biblioteche ai seguenti contatti:

Biblioteca Corticella 051/700972
Biblioteca Casa di Khaoula 051/6312721

Prossimo appuntamento lunedì 3 luglio presso la Biblioteca Casa di Khaoula alle ore 17, 15 per parlare del libro

" Le otto montagne" di Paolo Cognetti.

Pietro è un ragazzino di città. La madre lavora in un consultorio di periferia, farsi carico degli altri è il suo talento. Il padre è un chimico, un solitario, e torna a casa ogni sera carico di rabbia. Ma sono uniti da una passione comune, fondativa: in montagna si sono conosciuti, innamorati, si sono addirittura sposati ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo. La montagna li ha uniti da sempre, anche nella tragedia, e l'orizzonte lineare di Milano li riempie ora di rimpianto e nostalgia. Quando scoprono il paesino di Graines sentono di aver trovato il posto giusto: Pietro trascorrerà tutte le estati in quella Val d'Ayas "chiusa a monte da creste grigio ferro e a valle da una rupe che ne ostacola l'accesso" ma attraversata da un torrente che lo incanta dal primo momento. E lì, ad aspettarlo, c'è Bruno, capelli biondo canapa e collo bruciato dal sole: ha la sua stessa età ma si occupa del pascolo delle vacche. Sono estati di esplorazioni e scoperte, tra le case abbandonate, il mulino e i sentieri più aspri. Sono gli anni in cui Pietro inizia a camminare con suo padre, "la cosa più simile a un'educazione che io abbia ricevuto da lui". La montagna è un sapere, un modo di respirare, il suo vero lascito: "Eccola lì, la mia eredità: una parete di roccia, neve, un mucchio di sassi squadrati, un pino". Paolo Cognetti esordisce nel romanzo con un libro sui rapporti che possono essere accidentati ma granitici, sulla possibilità di imparare e sulla ricerca del nostro posto nel mondo.

Paolo Cognetti ha cominciato a scrivere verso i diciotto anni. Ha studiato matematica all'università e letteratura americana da autodidatta. Abbandonati gli studi accademici, nel 1999 si è diplomato alla Civica Scuola di Cinema di Milano, e con l'amico Giorgio Carella ha fondato una casa di produzione indipendente, Cameracar. Nel decennio successivo si è dedicato alla realizzazione di documentari a carattere sociale, politico e letterario.

Come narratore ha esordito nel 2004 all'interno dell'antologia La qualità dell'aria, curata da Nicola Lagioia e Christian Raimo. Negli anni successivi ha pubblicato le due raccolte di racconti Manuale per ragazze di successo (2004) e Una cosa piccola che sta per esplodere (2007) e il "romanzo di racconti" Sofia si veste sempre di nero (2012), tutti usciti per minimum fax, vincitori di numerosi premi.

L'otto novembre del 2016 è uscito per Einaudi il suo primo romanzo in senso stretto: Le otto montagne, venduto in 30 paesi ancor prima della pubblicazione.

Entrambe le biblioteche, sono sempre disponibili a chiedere copia del libro ad altre biblioteche per chi è interessato.

In questi anni abbiamo letto: Christa Wolf, Elizabeth Strout, Magda Szabò, Josè Saramago, Marcello Fois, Fulvio Ervas e tanti altri autori

Per avere informazioni sugli altri gruppi:
https://festivallettori.wordpress.com